Fairuz, l’ultima diva della musica araba
 | 

Fairuz, l’ultima diva della musica araba

Quando, a seguito dell’esplosione al porto di Beirut, il presidente francese Emmanuel Macron si recò in visita in Libano decise di dedicare alcuni momenti alla visita di un’anziana signora che viveva a nord di Beirut, a Rabieh. La foto di quell’incontro, in una casa accogliente ma non sfarzosa, fece il giro di tutto il mondo….

Il sostegno tunisino alla causa palestinese

Il sostegno tunisino alla causa palestinese

Il 07 ottobre 2023 rappresenta una data spartiacque nella così detta “questione palestinese” (in arabo “القضية الفلسطينية”). L’operazione “Alluvione al-Aqsa”, lanciata da Hamas in questa data, ha avuto conseguenze e ripercussioni non solo sui territori palestinesi, ma anche sulla società civile di tutto il mondo, che si è mobilitata, con schieramenti e intensità diversi, dalla…

Sovranità alimentare: dove giustizia e cibo si incontrano

Sovranità alimentare: dove giustizia e cibo si incontrano

“Produciamo ciò di cui abbiamo bisogno, consumiamo quello che produciamo”Thomas Sankara La questione della sovranità alimentare è oggi al centro del dibattito sulle strategie da perseguire per assicurare l’accesso al cibo su scala globale e lo sradicamento della fame nel mondo, obiettivi da anni riconosciuti come fondamentali nelle agende di sviluppo globali. Tuttavia, le politiche…

Il fenomeno delle proteste in Iran dal 1979 ad oggi

Il fenomeno delle proteste in Iran dal 1979 ad oggi

di Gaia Facchini | Quando si parla di Iran, il riferimento alle proteste che stanno investendo il paese a seguito della morte della giovane Mahsa Amini è inevitabile. Tuttavia, i disordini popolari di opposizione allo status quo non sono una novità, bensì un fenomeno ricorrente nella storia della Repubblica Islamica Iraniana. Dopo la Rivoluzione del 1979, che ha portato alla caduta del regime di Pahlavi cambiando il volto del paese, l’Iran ha affrontato una serie di proteste che sono divenute un fenomeno ciclico. Inizialmente queste manifestazioni si sono verificate sporadicamente con lunghi intervalli di tempo tra di loro, come ad esempio un periodo di 10 anni tra il 1999 e il 2009, e 8 anni tra il 2009 e il 2017. Tuttavia, negli ultimi anni, a partire dal 2017, le proteste si sono intensificate sia in termini di frequenza che di estensione geografica.

Mustang, la voce femminile alle redini della libertà

Mustang, la voce femminile alle redini della libertà

Mustang: «piccolo cavallo selvatico delle praterie americane (…) dallo spagnolo messicano mestengo, animale che si perde, si smarrisce, selvaggio, randagio, senza padrone». Sarebbe questa, in parte, l’etimologia della parola che dà titolo al primo film della regista turca Deniz Gamze Ergüven. nUscito nelle sale nel 2015, Mustang, ha ricevuto varie nomination come quella di Miglior…

Il Memorandum Italia-Tunisia: le lezioni mai imparate dell’Unione Europea

Il Memorandum Italia-Tunisia: le lezioni mai imparate dell’Unione Europea

Negli ultimi mesi si è sentito sempre più parlare di Tunisia. Un discorso pubblico che è culminato con la firma, a luglio, del Memorandum di Intesa fra Italia e Tunisia. Un momento che, a molti, ha ricordato la firma di un Memorandum simile nel gennaio 2017, ma non a Tunisi, bensì a Tripoli. Tunisi è…

Tra l’Iraq e la Svizzera: l’identità raccontata da Usama Al Shahmani

Tra l’Iraq e la Svizzera: l’identità raccontata da Usama Al Shahmani

“In terra straniera gli alberi parlano arabo” è un libro di Usama Al Shahmani pubblicato nel 2021, redatto originalmente in lingua tedesca. In un racconto che si mischia parzialmente con l’esperienza personale, in “In terra straniera gli alberi parlano arabo” Usama Al Shahmani segue la storia del protagonista, che porta il suo stesso nome, nel…

Il cinema turco: storia del “Verde pino”

Il cinema turco: storia del “Verde pino”

Il cinema turco, Türk sineması, è oggi un importante strumento di soft power che grazie ai suoi prodotti, spesso di dubbia se non scadente qualità, contribuisce a diffondere la cultura turca oltre i confini dello stato. Dai Balcani all’Est Europa, passando per il mondo arabo e in misura minore attraverso le altre aree geografiche del…

I triangoli Bir Tawil e Hala’ib

I triangoli Bir Tawil e Hala’ib

Quando la frontiera produce l’ambìto e l’indesiderato In un momento in cui parlare del Sudan significa parlare di guerra, vogliamo provare a spostare lo sguardo e raccontarvi qualcosa su un paese che spesso sembra diventare interessante solo quando c’è qualcosa di drammatico da comunicare. Certo, è importante parlare e informarsi su ciò che accade, ma…

Una navicella spaziale verso l’ignoto: Hit the road di Panah Panahi

Una navicella spaziale verso l’ignoto: Hit the road di Panah Panahi

«Quale credi sia il film migliore del mondo?» chiede Pantea Panahiha, l’attrice che interpreta la madre, al figlio maggiore Farid (Amin Simiar). Lui risponde, dopo averci pensato un po’ su: «2001: Odissea nello spazio» perché «ti porta nella profondità della galassia». Questo è solo uno dei tanti accenni ed elogi che fa Hit the road…